Passa ai contenuti principali

Diphylleia - recensione


TITOLO: DIPHYLLEIA
AUTORE: VALENTINA BONCI
EDITORE: AND MY BOOK
GENERE: ROMANZO BREVE
PAGINE: 72
PREZZO: 8,08/EBOOK 4,50



SINOSSI

La rabbia aveva prevalso sull'amore, e, a testa bassa e cuore infranto, ad Aiyana non restava che andarsene. E se ne andò. Perché non c'è rabbia più vera e pericolosa di quella degli innamorati che si sentono traditi. Degli innamorati che si sentono innamorati pazzi e si ritrovano morti e a pezzi.

RECENSIONE

"Diphylleia" è un romanzo breve che tratta un tema di grande attualità, si legge in pochissimo tempo e ci lascia tante domande su certi comportamenti della nostra società.
Sì, perché ci vantiamo tanto di essere una società aperta, avanzata, migliore di quella passata, quando in realtà violenza fisica e psicologica sono all'ordine del giorno.
Questo libro è un viaggio interiore che compie la protagonista per riscoprirsi, o meglio, riconoscersi.
Infatti, Aiyana si risveglia dopo tre mesi dal coma non ricordando nulla di sé, ovviamente neanche il motivo del suo trovarsi in ospedale, circondata solo dall'affetto della nonna Karla e dell'infermiere che si è preso cura di lei per tutto il tempo, Ben.
Aiyana dovrà imparare e accettare i ricordi attraverso le parole della nonna e scoprire così che il suo cuore è legato a quello di una persona speciale.
La ragazza, che prima si credeva sola nella vita, in realtà ha una casa sua che condivide con il suo grande amore, Selene.
L'io narrante ci presenta la storia con gli occhi dei vari protagonisti, ci esprime le loro emozioni, così forti e dirette da arrivare subito al lettore tenendolo con il fiato in sospeso, portandolo al finale che, l'ignoranza di molte persone, è in grado di causare; oppure reagire e affrontare le proprie scelte a testa alta.

COMMENTO

"Diphylleia" è un romanzo di denuncia contro l'insensata paura di certe persone verso chi vive un amore "diverso", che poi non ha nulla di diverso dal loro stereotipo di amore.
Aiyana e Selene vogliono vivere la loro vita insieme e per questo dovranno affrontare la paura di perdersi, di lasciarsi e di non riconoscersi.

"Siamo come quel punto inesistente, ma fondamentale in cui cielo e mare si fondono per far l'amore. Mnikawa, mare. Mahpiya, cielo. Loro erano mare e cielo, inseparabili. Sempre insieme, costantemente in contatto."

Nonostante la violenza subita da Aiyana, da parte di una persona a lei vicina che non è stata capace di accettarla, la ragazza ha ritrovato, a fatica, la forza di vivere dentro di sé.
La narrazione è fluida e la scrittura ben curata.
I personaggi mi sono piaciuti, così come la storia e il messaggio che trasmette.
Vi consiglio questa lettura che vi ruberà solo un'ora, per vivere le emozioni e le sensazioni che ci vengono trasmesse.
Non bisogna mai vergognarsi di chi siamo e soprattutto, a mio parere, ognuno è libero di vivere la propria vita e amare chi davvero lo rende felice.

"La vita è un battito d'ali e che l'amore è tutto quel che ci resta"


VALUTAZIONE: ★★★★★ 




Commenti

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il cuore segreto delle cose - recensione

Buongiorno lettori❤ A Giugno è tornata in libreria Madeleine St. John , con il secondo volume della trilogia di Notting Hill , per Garzanti , che ringrazio nella gentilezza dell'invio della copia del libro: " Il cuore segreto delle cose ". Nell'articolo di seguito, al consueto, tutte le mie impressioni al suo termine. Buone letture❤ TITOLO: IL CUORE SEGRETO DELLE COSE AUTORE: MADELEINE ST. JOHN DATA DI PUBBLICAZIONE: 24 GIUGNO 2021 CASA EDITRICE: GARZANTI GENERE: ROMANZO PAGINE: 208 PREZZO: 15.20/EBOOK 9.99 Link Amazon TRAMA Le case basse e colorate di Notting Hill le sfilano accanto. Nicola è uscita per comprare le sigarette - solo pochi minuti - ma quando rientra in casa tutto è cambiato. Jonathan, il compagno di tanti anni, sembra lo stesso uomo che l'ha salutata poco prima, se non fosse per il suo sguardo e quelle parole: dovremmo separarci. Quando Nicola capisce che non si tratta di uno scherzo, ma dell'amara realtà, lascia l'appartamento e si tra

Stirpe e vergogna - recensione

Buongiorno lettori❤ Nelle scorse settimane ho scoperto un'autrice che non conoscevo e, ora come ora, voglio recuperare anche le sue precedenti opere! Lei è Michela Marzano e, grazie a Rizzoli , " Stirpe e vergogna " è approdato nella mia libreria. Nell'articolo di seguito, come di consueto, tutte le mie impressioni al suo termine. Buone letture❤ TITOLO: STIRPE E VERGOGNA AUTRICE: MICHELA MARZANO DATA DI PUBBLICAZIONE: 05 OTTOBRE 2021 CASA EDITRICE: RIZZOLI GENERE: ROMANZO PAGINE: 400 PREZZO: 18.05/EBOOK 10.99 Link Amazon TRAMA Michela Marzano intreccia il passato familiare alle pagine più controverse della storia del nostro Paese. Michela non sapeva. Per tutta la vita si è impegnata a stare dalla parte giusta: i fascisti erano gli altri, quelli contro cui lottare. Finché un giorno scopre il passato del nonno, fascista convinto della prima ora. Perché nessuno le ha mai detto la verità? Era un segreto di cui vergognarsi oppure un pezzo di storia inconsciamente canc

Storia di ragazzi difettosi - recensione

Buongiorno lettori❤ Oggi vi parlo di una lettura della scorsa settimana conclusa in due giorni, tanto è stato il coinvolgimento provato. " Storia di ragazzi difettosi " di Valentina Sagnibene edito Il Battello a Vapore , che ringrazio, insieme all'autrice, per l'invio della copia del libro. Nell'articolo di seguito, al consueto, tutte le mie impressioni al suo termine. Buone letture❤ TITOLO: STORIA DI RAGAZZI DIFETTOSI AUTRICE: VALENTINA SAGNIBENE DATA DI PUBBLICAZIONE: 07 SETTEMBRE 2021 CASA EDITRICE: PIEMME - IL BATTELLO A VAPORE GENERE: LETTERATURA PER RAGAZZI PAGINE: 246 PREZZO: 15.20/EBOOK 7.99 Link Amazon TRAMA Arianna vive con la zia, e dei genitori non sa nulla: questo è il pezzo che manca alla sua vita, che la fa sentire diversa. Difettosa. Un giorno conosce Mia, tredici anni come lei, ma per il resto del tutto diversa: Mia è spavalda, esuberante, non ha paura di dire la sua, anzi sembra non aver paura di niente. Nemmeno dei bulli del quartiere, che