Passa ai contenuti principali

I miei genitori non hanno figli - recensione

Buongiorno lettori♡
Oggi vi parlo del libro letto a Maggio insieme al gruppo di lettura #ioleggoeinaudi, ovvero "I miei genitori non hanno figli" di Marco Marsullo edito, per l'appunto, Einaudi. Una storia particolare per un libro breve, che si legge in un pomeriggio e che mi ha fatto apprezzare ancora di più questo autore già conosciuto nei mesi scorsi. Come sempre, nell'articolo di oggi, troverete ad attendervi tutte le mie impressioni.
Buone letture♡


TITOLO: I MIEI GENITORI NON HANNO FIGLI
AUTORE: MARCO MARSULLO
DATA DI PUBBLICAZIONE: 15 SETTEMBRE 2015
CASA EDITRICE: EINAUDI
COLLANA: STILE LIBERO BIG
GENERE: ROMANZO
PAGINE: 138
PREZZO: 15.68/EBOOK 8.99


TRAMA



"Ci sono figli di colleghi di mia mamma più bravi di me in qualsiasi cosa, più educati, meglio pettinati, meglio vestiti, più svegli, affettuosi. Ci sono figli di colleghi di mia mamma che, forse, sono anche più figli di mia mamma rispetto a me". Un diciottenne prende la parola e fa a pezzi il mondo degli adulti, e i propri genitori, smascherando la fragilità di una generazione che non è mai davvero cresciuta. Del resto i genitori sono uguali ai bambini, bisogna prenderli come vengono.


RECENSIONE - COMMENTO

Ho conosciuto la scrittura di Marsullo a inizio anno, grazie al suo nuovo romanzo, "L'anno in cui imparai a leggere", ancora tra i libri più belli letti in questi cinque mesi. Una storia che era riuscita a commuovermi nella sua semplicità e nel suo essere un libro breve, era stato in grado di analizzare le sfaccettature dell'essere una famiglia.
Con questa nuova lettura posso dire di aver affrontato i due lati della medaglia chiamata famiglia. Se lì veniva raccontata la storia di un uomo che diventa genitore per caso e assiste alla ricongiunzione e alla giusta nascita di una famiglia; qui troviamo due genitori separati che sembrano non aver alcun collante, nonostante un figlio in comune.
Figlio che è protagonista e voce narrante, che con ironia e semplicità sminuzza e analizza il complesso mondo genitoriale. La difficoltà degli adulti di comportarsi da tali, come le loro scelte, molte volte, li renda "ridicoli" agli occhi dei figli e di come il loro agire sembri sempre una piccola vendetta.
Se c'è una cosa che mi ha stupito è che non vengono fatti nomi; a un certo punto ho dovuto sfogliare le pagine all'indietro per essere certa di non aver perso alcuna presentazione. E infatti il narratore è un semplice ragazzo di diciotto anni e così, a mio avviso, è come se l'autore parlasse in maniera diretta al suo interlocutore, utilizzando le parole per raccontare la sua storia. Scelta che ho apprezzato al suo termine, sapendo che la storia in parte è auto biografica e mi ha dato un piacevole senso intimo, un racconto personale.
Una lettura che si affronta in poche ore, si parla di un romanzo di poco più che cento pagine, ma che ti spinge a continuarla sempre con il sorriso sulle labbra, alcune scene sono molto comiche, tenendo sempre a mente come, grazie a una scrittura sottile e fine, l'autore voglia mettere in luce le difficoltà comunicative che troppo spesso si incontrano nel rapporto genitori-figli. Come voler sempre e solo l'assoluta perfezione, anziché avvicinare, allontani le persone.
Una madre e un padre che si sono persi, troppo presi da loro stessi, dal lavoro e dalla carriera, soprattutto lei, per capire a fondo il figlio; che proiettano su di lui speranze e forse, un po' rivedono la loro giovane libertà celata dalla dedizione agli studi.
Una storia che fa riflettere senza essere pedante, che vuole essere anche di aiuto a chi vive situazioni simili al protagonista e che giunge a una scena molto bella tra lui e la madre, un momento tutto loro, che non vi racconto, ma che racchiude tutto l'amore che un genitore avrà per sempre verso il proprio figlio.
Evocativo anche il titolo, che riuscirete a percepire al meglio addentrandovi tra le pagine e le parole di Marsullo: una contraddizione direte voi, a prima vista, una profonda rivelazione a fine lettura.
Dopo questi due libri sono davvero curiosa di continuare a recuperare i suoi precedenti romanzi e aspettare una nuova chicca.


VALUTAZIONE: ★★★★



Commenti

Post popolari in questo blog

La bisbetica domata - recensione

Buongiorno lettori❤ Nuova recensione per uno dei tanti gruppi di lettura che mi terrà compagnia nei mesi a venire. Questa volta ci spostiamo nella sfera dei classici teatrali con William Shakespeare e la sua commedia " La bisbetica domata " nell'edizione Feltrinelli Editore per la collana Universale Economica Feltrinelli . Vediamo le mie impressioni al suo termine, raccolte nell'articolo di seguito. Buone letture❤ TITOLO: LA BISBETICA DOMATA AUTORE: WILLIAM SHAKESPEARE DATA DI PUBBLICAZIONE: 21 MARZO 2019 (EDIZIONE IN FOTO) CASA EDITRICE: FELTRINELLI EDITORE COLLANA: UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI GENERE: COMMEDIA TEATRALE PAGINE: 305 PREZZO: 8.55/EBOOK 2.99 Link Amazon TRAMA Petruccio è un avventuriero che parte da Verona e va a cercare fortuna a Padova. È un maschio giovane, forte e avvenente, assai dotato, e ha quella libertà di movimento che agli uomini è pienamente concessa nell'Italia immaginata da Shakespeare – così come nella sua Inghilterra. E qu

Sempre con te - recensione

Buongiorno lettori❤ Oggi vi parlo dell'ultimo libro di Mattia Ollerongis edito Sperling & Kupfer , che ringrazio per l'invio della copia, " Sempre con te ". Dopo la scoperta di questo autore ho seguito e letto tutte le sue pubblicazioni, ma la storia di Kamilla mi ha colpita per un preciso motivo. Per scoprirlo vi invito a proseguire l'articolo di seguito dove, al consueto, troverete tutte le mie impressioni. Buone letture❤ TITOLO: SEMPRE CON TE AUTORE: MATTIA OLLERONGIS DATA DI PUBBLICAZIONE: 27 OTTOBRE 2020 CASA EDITRICE: SPERLING & KUPFER GENERE: ROMANZO PAGINE: 199 PREZZO: 9.40/EBOOK 5.99 Link Amazon TRAMA Non si sceglie di nascere con la paura: succede e basta. Il futuro spaventa, ma, se ci sono pericoli che si possono evitare, altri si devono affrontare. Riuscire a farlo dipende unicamente da noi. Kamilla ha solo sette anni quando una folla di bambini ancora sconosciuti, ma pronti a giudicarla, diventa l'insormontabile ostacolo da superare.

Un tè a Chaverton House - recensione

Buongiorno lettori❤ Oggi vi parlo del nuovo romanzo della mia amata Alessia Gazzola , " Un tè a Chaverton House ", pubblicato lo scorso lunedì da Garzanti , che ringrazio per l'invio della copia. Un libro molto breve che si legge in poco tempo, per il quale vediamo insieme, nell'articolo che segue, tutte le mie impressioni al suo termine. Buone letture❤ TITOLO: UN TE A CHAVERTON HOUSE AUTORE: ALESSIA GAZZOLA DATA DI PUBBLICAZIONE: 15 MARZO 2021 CASA EDITRICE: GARZANTI GENERE: ROMANZO PAGINE: 192 PREZZO: 15.58/EBOOK 9.99 Link Amazon TRAMA "Mi chiamo Angelica e questa è la lista delle cose che avevo immaginato per me: un fidanzato fedele, un bel terrazzino, genitori senza grandi aspettative. Peccato che nessuna si sia avverata. Ecco invece la lista delle cose che sono accadute: lasciare tutto, partire per l'Inghilterra e ritrovarmi con un lavoro inaspettato. Così sono arrivata a Chaverton House, un'antica dimora del Dorset. Questo viaggio doveva essere s