Passa ai contenuti principali

Eleanor Oliphant sta benissimo - recensione


TITOLO: ELEANOR OLIPHANT STA BENISSIMO
AUTORE: GAIL HONEYMAN
DATA DI PUBBLICAZIONE: 17 MAGGIO 2018
CASA EDITRICE: GARZANTI
GENERE: ROMANZO
PAGINE: 352
PREZZO: 17,90


TRAMA

Mi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: sto benissimo.
Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo. Forse è perché io dico sempre quello che penso. Ma io sorrido. Ho quasi trent’anni e da nove lavoro nello stesso ufficio. In pausa pranzo faccio le parole crociate. Poi torno a casa e mi prendo cura di Polly, la mia piantina: lei ha bisogno di me, e io non ho bisogno di nient’altro. Perché da sola sto bene.
Solo il mercoledì mi inquieta, perché è il giorno in cui arriva la telefonata di mia madre. Mi chiama dalla prigione. Dopo averla sentita, mi accorgo di sfiorare la cicatrice che ho sul volto e ogni cosa mi sembra diversa. Ma non dura molto, perché io non lo permetto.
E se me lo chiedete, infatti, io sto bene. Anzi, benissimo.
O così credevo, fino a oggi.
Perché oggi è successa una cosa nuova. Qualcuno mi ha rivolto un gesto gentile. Il primo della mia vita. E all’improvviso, ho scoperto che il mondo segue delle regole che non conosco. Che gli altri non hanno le mie paure, non cercano a ogni istante di dimenticare il passato. Forse il "tutto" che credevo di avere è precisamente tutto ciò che mi manca. E forse è ora di imparare davvero a stare bene.

Anzi: benissimo.


RECENSIONE - COMMENTO

"Eleanor Oliphant sta benissimo" è un romanzo di recente pubblicazione, in Italia grazie a Garzanti che ho letto insieme ad altre ragazze per un gruppo di lettura. Per prima cosa ringrazio la casa editrice per avermi fornito una copia del libro e poi le ragazze che hanno compiuto questo viaggio con me.
Si tratta di un romanzo che dal giorno della sua pubblicazione ha attirato l'attenzione di molti lettori, me compresa devo ammettere. Perché un libro che fa tre ristampe in pochi giorni merita davvero di essere definito il romanzo dell'anno e osannare l'autrice, Gail Honeyman.
Ora io non voglio esprimere un giudizio troppo severo, ma se devo scegliere un libro da incoronare come romanzo dell'anno, o della prima parte, ne sceglierei un altro.
Purtroppo non ho riscontrato il motivo di tutto il clamore che ha trovato, tra critica e lettori, piuttosto ho avuto il piacere di affrontare una buona lettura, nonostante il finale, a mio avviso, troppo frettoloso rispetto al corpo centrale del testo.
Compagnia di queste pagine ce la fornisce Eleanor, una donna di trent'anni che ammette di stare bene, anzi benissimo, quando leggendo la sua storia, scopriamo che questa è solo una facciata d'apparenza che si è costruita con gli anni.
Eleanor è una donna segnata dal passato condiviso con una madre violenta e menefreghista con la quale si sente telefonicamente una volta a settimana, il mercoledì per la precisione.
Dove si trovi sua madre non viene mai esplicitato durante la storia, può sembrare un carcere o una casa riabilitativa, oppure un ricordo lontano.
Eleanor è sola, racchiude in sé la sua storia, le sue paure e debolezze e condivide il weekend con un paio di bottiglie di vodka. Dal venerdì quando prende l'autobus per tornare a casa, dopo un giro da Tesko, a lunedì quando torna in ufficio, non rivolge più parola a nessuno.
Con il passare degli anni ha eretto un muro di difesa, chiudendo fuori tutti: dai colleghi di lavoro agli uomini sbagliati.
Quella narrata è una storia di vita, di come il nostro passato può soffocarci con i suoi dolorosi ricordi, ma anche di come le persone giuste esistano davvero e, nella maggior parte dei casi, si incontrano un po' così, perché il destino lo vuole e noi, al destino, non possiamo proprio farci nulla.
Così entra in scena il personaggio di Raimond, collega informatico dell'agenzia dove lavora Eleanor e che, a poco a poco, saprà aprire un piccoli spiraglio in quel muro di dolore e permettere alla donna di affacciarsi alla vita, affrontando, con l'aiuto di un medico, i fantasmi del passato, che ancora oggi le fanno visita, ogni settimana, stesso giorno, stessa ora.
E allora quel suo modo di essere maniacale, quasi ossessivo si potrebbe dire, con il tempo può sparire e lasciare spazio a sentimenti nuovi, preclusi dal peso del tempo.
In generale trovo che questo libro sia una piacevole lettura estiva, non troppo complicata e con un personaggio in grado di tenerci la giusta dose di compagnia tra una pagina e l'altra, affrontando allo stesso tempo un tema importante con toni leggeri che non annoiano mai il lettore.
In conclusione vi consiglio questa lettura se siete alla ricerca di qualcosa di nuovo e fresco, senza essere troppo impegnativo.

VALUTAZIONE: ★★★☆



Commenti

Post popolari in questo blog

Un matrimonio non premeditato - recensione

Buongiorno lettori❤ Ultime recensioni dell'anno in arrivo e oggi vi porto in casa Fazi Editore , che ringrazio ancora per la disponibilità e gentilezza nell'invio del nuovo romanzo, inedito in Italia, di Rebecca West : " Un matrimonio non premeditato ". Nell'articolo di seguito, al consueto, tutte le mie impressioni al suo termine. Buone letture❤ TITOLO: UN MATRIMONIO NON PREMEDITATO AUTRICE: REBECCA WEST DATA DI PUBBLICAZIONE: 28 OTTOBRE 2021 CASA EDITRICE: FAZI EDITORE GENERE: ROMANZO PAGINE: 396 PREZZO: 17.57/EBOOK 9.99 Link Amazon TRAMA La giovane e bellissima Isabelle è una ricca vedova americana che arriva a Parigi per riprendersi dalla perdita del primo marito. Dopo una serie di corteggiamenti incontra Marc, il quale, semplicemente, è l’uomo sbagliato nel momento giusto. Nulla, o quasi, accomuna i promessi sposi: sono un uomo e una donna che decidono di unire le proprie vite più sulla spinta di forze e coincidenze estranee alla loro volontà che per una

Quando leggere insieme fa bene: Il fenomeno dei Gruppi di Lettura

Buongiorno lettori♡ Oggi vi porto un articolo nuovo al quale sto lavorando da un po' e a cui tengo particolarmente. Chi mi segue da tempo sa bene come i Gruppi di Lettura siano diventati parte della mia quotidianità; grazie a loro mi sono approcciata a nuovi generi, ho riscoperto l'amore per i classici, conosciuto autori che sono diventati tra i miei preferiti e mi approcciata a storie che da sola non avrei mai iniziato.  Quest'anno da Instagram ne sono nati tantissimi, io stessa ne gestisco uno insieme a un altra ragazza, quindi ho deciso di indagare sul perché siano stati creati e quali benefici portino. Ho così intervistato gli ideatori di quelli che seguo, tra Facebook e Telegram, ponendo a ognuno di loro due domande. Nell'articolo di oggi troverete le loro risposte, dove trovarli e quali generi trattano, poiché sono convinta che la lettura, se condivisa, aumenti i suoi benefici. Buone letture♡ A Febbraio nasce #unromancealmese , ideato con Alessand

Cover Reveal: Vali ogni rischio

Buongiorno lettori♡ Nuovamente a metà settimana e in compagnia di un Cover Reveal tutto per voi.  Oggi scopriamo insieme cover e trama del nuovo romanzo di Giovanna Roma, "Vali ogni rischio", che uscirà il prossimo 24 Ottobre 2018, uno stand alone di genere war romance. Nell'articolo troverete anche il book trailer e tutti i contatti dell'autrice per non perdervi nulla dei suoi lavori. Spero di incuriosirvi in molti. Buone letture♡ TITOLO: VALI OGNI RISCHIO AUTORE: GIOVANNA ROMA DATA DI PUBBLICAZIONE: 24 OTTOBRE 2018 GENERE: WAR ROMANCE AUTOPUBBLICATO SINOSSI La notte in cui il Comandante dell’esercito è entrato in teatro, io ero su quel palco. La più giovane tra le ballerine classiche, la più testarda tra le ragazze che lui avesse mai incontrato. La famiglia per la quale versava sangue era la finanziatrice della Compagnia, la stessa che decideva il nostro futuro. Ho fatto di tutto per coronare il mio sogno, spingendomi persin