Passa ai contenuti principali

Il Giglio d'Oro - recensione


TITOLO: IL GIGLIO D'ORO
AUTORE: LAURA FACCHI
CASA EDITRICE: DEAGOSTINI
DATA DI PUBBLICAZIONE: 03 OTTOBRE 2017
GENERE: DISTOPICO - YOUNG ADULT
PAGINE: 336
PREZZO: 12,67/EBOOK 6,99


TRAMA

Occhi viola come uno smalto Chanel, capelli bianchi come il ghiaccio e una strana macchia dorata a forma di giglio sulla spalla. Astrid è diversa da tutte le ragazze che conosce e l’ha sempre saputo. Per lei quel fiore che brucia sulla pelle è solo una delle tante stranezze che la rendono un tipo da cui è meglio stare alla larga. Nasconderlo è l’unico modo per sentirsi normale. Anche Kami, a miliardi di chilometri di distanza, vorrebbe sentirsi normale. È il figlio del tiranno di Lundea, che ha messo in ginocchio il pianeta, e cerca un modo per riscattare se stesso e il suo popolo. Kami e Astrid non si conoscono, ma sono più simili di quanto potrebbero mai immaginare. Perché Lundea e la Terra sono pianeti gemelli, uniti da un legame indissolubile di energia. Ogni volta che sulla Terra nasce una persona, ne nasce una anche su Lundea, e quando muore, anche il suo doppio subisce la stessa sorte. Nessuno è immune a questo meccanismo, tranne i Gigli d’Oro. Esseri unici e straordinari che ormai stanno diventando sempre più rari. E mentre Kami cerca il Giglio d’Oro che possa salvare la sua gente, Astrid, sulla Terra, scopre l’amore, proprio quando una verità eccezionale e spaventosa la scaraventa sull’orlo di un baratro in fondo al quale la attende una scelta dolorosa. La più dolorosa di tutta la sua vita.

RECENSIONE

"Questo è il mio mondo".
Astrid ha sedici anni, occhi viola come lo smalto Chanel, capelli metà bianchi e metà neri.
Vive in un paesino di montagna con il padre, ricercatore e insegnante, la madre, invece, è morta quando Astrid aveva tre anni.
Il padre è molto severo con lei: non la lascia andare alle feste dei compagni di scuola né tantomeno le permette di avere un telefono di ultima generazione.
Le giornate di Astrid scorrono uguali, direi monotone, accompagnate dalla sua migliore amica, Zina, il suo totale opposto.
"Questo non è il mio mondo".
Kami ha diciannove anni, due linee nero sotto gli occhi e una terza prende forma lungo il naso.
Nel suo mondo, Kami è diventato un uomo.
Figlio del Gran Balif di Cox, Grondon, Kami ha perso la madre da piccolo, un apparente suicidio.
Vive a Lunda, un pianeta gemello della Terra che, a differenza di quest'ultima, ha saputo mantenere il rapporto con la natura, senza contaminare l'atmosfera.
Ciò è possibile grazie alla loro unica fonte di energia: il nevio, un materiale che non inquina e in grado di autorigenerarsi.
In questi anni Kami ha vissuto in una bolla; il padre, dopo essersi proclamato Imperatore della Contea di Cox, ha cercato di rendere Lundea ancora più simile alla Terra anche dal punto di vista economico, adottandone lo stesso sistema.
Tutto ciò ha portato povertà, carestie e migliaia di morti.
Morti che si ripercuotono nel mondo di Astrid: infatti gli abitanti dei due pianeti sono legati fin dalla nascita.
Per ogni bambino che viene alla luce sulla Terra, un altro nasce su Lundea.
Ognuno ha il suo doppio e quando muore uno, la stessa sorte tocca al doppio.
Kami decide di fuggire dalla tirannia del padre e si unisce a un gruppo di ragazzi a capo della Resistenza.
Nel frattempo, quello che Astrid non sa, è che lei e Kami sono inesorabilmente legati.
Il progetto della Resistenza è quello di uccidere Grondon e per farlo bisogna uccidere il suo doppio sulla Terra.
Il viaggio tra i due pianeti, però, è consentito solo ai Gigli d'Oro: abitanti di Lundea dagli occhi viola e i capelli bianchi: loro sono unici e Astrid ha una strana macchia a forma di giglio sulla spalla.
Che sia lei l'unica speranza per salvare gli abitanti di Lundea?
Vale la pena di uccidere un uomo per salvare migliaia di sconosciuti?

"Ogni cosa ha due facce, e il bene e il male a volte sono strettamente intrecciati. Da un atto orribile come un omicidio può nascere la salvezza di un intero pianeta."


COMMENTO

Ringrazio la casa editrice, DeAgostini, per avermi inviato la copia del libro.
"Il Giglio d'Oro" è stata una lettura ricca di sorprese che mi ha lasciata con la voglia di conoscere il seguito al più presto.
La narrazione avviene tramite i due punti di vista: in prima persona quando a parlare è Astrid, in terza quando le vicende raccontate arrivano da Lundea.
I personaggi principali, Astrid e Kami, mi sono piaciuti molto, soprattutto la ragazza che si troverà a rivalutare la sua vita da un giorno all'altro.
Anche i personaggi secondari hanno un ruolo in primo piano ai fini della storia.
La lettura è scorrevole e per nulla banale.
Consiglio questo libro agli amanti del genere fantasy-distopico e a chi cerca un'avventura che lega due pianeti che si somigliano ogni pagina sempre di più.

VALUTAZIONE: ★★★★★ 


Commenti

Post popolari in questo blog

La bisbetica domata - recensione

Buongiorno lettori❤ Nuova recensione per uno dei tanti gruppi di lettura che mi terrà compagnia nei mesi a venire. Questa volta ci spostiamo nella sfera dei classici teatrali con William Shakespeare e la sua commedia " La bisbetica domata " nell'edizione Feltrinelli Editore per la collana Universale Economica Feltrinelli . Vediamo le mie impressioni al suo termine, raccolte nell'articolo di seguito. Buone letture❤ TITOLO: LA BISBETICA DOMATA AUTORE: WILLIAM SHAKESPEARE DATA DI PUBBLICAZIONE: 21 MARZO 2019 (EDIZIONE IN FOTO) CASA EDITRICE: FELTRINELLI EDITORE COLLANA: UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI GENERE: COMMEDIA TEATRALE PAGINE: 305 PREZZO: 8.55/EBOOK 2.99 Link Amazon TRAMA Petruccio è un avventuriero che parte da Verona e va a cercare fortuna a Padova. È un maschio giovane, forte e avvenente, assai dotato, e ha quella libertà di movimento che agli uomini è pienamente concessa nell'Italia immaginata da Shakespeare – così come nella sua Inghilterra. E qu

Sempre con te - recensione

Buongiorno lettori❤ Oggi vi parlo dell'ultimo libro di Mattia Ollerongis edito Sperling & Kupfer , che ringrazio per l'invio della copia, " Sempre con te ". Dopo la scoperta di questo autore ho seguito e letto tutte le sue pubblicazioni, ma la storia di Kamilla mi ha colpita per un preciso motivo. Per scoprirlo vi invito a proseguire l'articolo di seguito dove, al consueto, troverete tutte le mie impressioni. Buone letture❤ TITOLO: SEMPRE CON TE AUTORE: MATTIA OLLERONGIS DATA DI PUBBLICAZIONE: 27 OTTOBRE 2020 CASA EDITRICE: SPERLING & KUPFER GENERE: ROMANZO PAGINE: 199 PREZZO: 9.40/EBOOK 5.99 Link Amazon TRAMA Non si sceglie di nascere con la paura: succede e basta. Il futuro spaventa, ma, se ci sono pericoli che si possono evitare, altri si devono affrontare. Riuscire a farlo dipende unicamente da noi. Kamilla ha solo sette anni quando una folla di bambini ancora sconosciuti, ma pronti a giudicarla, diventa l'insormontabile ostacolo da superare.

Solo un ragazzo - recensione

Buongiorno lettori❤ Oggi vi parlo della lettura di Gennaio all'interno del gdl #ioleggoeinaudi , ovvero " Solo un ragazzo " di Elena Varvello , per l'appunto edito Einaudi . Una storia molto particolare che abbraccia temi quanto mai moderni. Nell'articolo di seguito, al consueto, le mie impressioni. Buone letture❤ TITOLO: SOLO UN RAGAZZO AUTORE: ELENA VARVELLO DATA DI PUBBLICAZIONE: 01 SETTEMBRE 2020 CASA EDITRICE: EINAUDI  GENERE: ROMANZO PAGINE: 192 PREZZO: 17.57/EBOOK 9.99 Link Amazon TRAMA "Tutta la verità. Ma obliqua. Intraducibile Emily Dickinson, se non con nuove figure, nuove immagini, una nuova storia. È quello che fa Elena Varvello con "Solo un ragazzo", che a sua volta è la risposta semplice e assoluta a una domanda che urge per tutto il libro: «Che cosa sei?» È ciò che chiedono i padri e che soffrono le madri di fronte all'enigma dell'adolescenza. Un'età che fugge e sfugge, un'età malvagia e innocente, che conserva e sp