Passa ai contenuti principali

Le stelle di Capo Gelsomino - recensione


Buongiorno lettori♥
Dopo la prima settimana torna il Blog Tour in casa Solferino Libri che voglio ringraziare, ancora una volta di cuore, per il coinvolgimento in questo bellissimo viaggio alla scoperta del loro catalogo, e per le due meravigliose storie che mi hanno permesso di leggere. Nell'articolo di oggi vi parlo di "Le stelle di Capo Gelsomino" di Elvira Serra, lasciandovi al consueto le mie impressioni.
Buone letture♥


TITOLO: LE STELLE DI CAPO GELSOMINO
AUTORE: ELVIRA SERRA
DATA DI PUBBLICAZIONE: 11 APRILE 2019
CASA EDITRICE: SOLFERINO
GENERE: ROMANZO
PAGINE: 218
PREZZO: 16.15/EBOOK 9.99


TRAMA

Tre generazioni di donne, unite e divise da nodi di amore e disamore che nella memoria della più giovane sono un dato di fatto, senza tempo e senza spiegazione. Tra Chiara e sua nonna Lulù, ostetrica condotta, l'affetto e la complicità sono cementati dalle lunghe estati passate insieme nella casa vicino al mare, a Capo Gelsomino. Tra Lulù e Marianna, la madre di Chiara, c'è invece solo un muro di silenzi e recriminazioni. Perché? Non sembra esistere risposta. Finché, per ricucire quello strappo, Chiara decide di raccontare la storia della sua famiglia, partendo dalla Sardegna della sua infanzia, uno sfondo vivido come solo certi ricordi felici sanno essere. Ma al cuore della guerra fredda tra Lulù e Marianna scoprirà un segreto capace di deflagrare di vita in vita, cambiando ogni cosa.

RECENSIONE - COMMENTO

In questi mesi, questa lentezza, questo tempo quasi sospeso, mi hanno permesso di scoprire nuovi autori, nuove storie e approcciarmi a nuovi generi. Ciò che ho imparato è che mi piacciono le storie che sanno di famiglia, tuffarmi nelle pagine dove si respira il confronto tra generazioni, farlo mio e appropriarmi di ogni piccolo segreto dei protagonisti. Ho compreso che dove c'è famiglia, c'è un racconto che, in un modo o nell'altro, si intreccia al lettore, tessendo un legame forte, che resta oltre quelle stesse pagine.
Così è stato con il romanzo di Elvira, che ho scoperto spulciando in lungo e in largo il catalogo Solferino, dal momento che, per questa avventura, avevo bisogno di una storia forte, con radici profonde. L'ho trovata a Capo Gelsomino, un fittizio paesino della Sardegna, in una casa affacciata al mare e costruita con i risparmi e le fatiche di una vita. L'ho trovata e l'ho gustata in due giorni, e ne sono felice. Sono felice di aver conosciuto Lulù, Marianna e Chiara. Tre generazioni di donne, che sono nonna, figlia e nipote, ma che si riassumono al meglio nel legame madre-figlia.
Elvira ha creato un intreccio narrativo capace di trasportare il lettore indietro nel tempo, raccontando la storia di Lulù, il suo essere ostetrica, legata al concetto tradizionale di famiglia, unita da un forte amore al marito. Lasciando il giusto spazio a Marianna, quella ragazzina ribelle che ha studiato in Giappone e a Seattle, un po' per sfida e un po' per gustare il senso di libertà, di riuscire a realizzarsi con le proprie gambe e la propria testa, superare la madre in bravura medica e mettere al mondo una famiglia tutta sua, che non ha saputo resistere alle intemperie della vita. Così è Chiara che racconta la storia delle sue donne, la nonna e le estati in Sardegna, tra marmellate, bagni e promesse sussurrate, dove il vento è l'unico testimone; la madre a Milano e quella vita che a Chiara va stretta, tra rigide regole, carboidrati banditi e un continuo senso di inferiorità, poiché il lavoro per Marianna è sempre al primo posto.
Ed è tra le bianche dune della Sardegna, tra i gelsomini in fiore e i fichi pronti a essere colti che Marianna viene colpita da una sconvolgente verità legata ai suoi genitori, un segreto che incombe nelle loro vite, portando con se rammarico, rabbia e risentimento. Un segreto che segnerà per sempre il rapporto tra Lulù e Marianna, modificandone gli sguardi, affilando sempre più il sottile filo che le lega. Allora sarà Chiara a dover chiudere un cerchio aperto da troppi anni, mai accettato fino in fondo, ma che necessita un ultimo passo.
Una narrazione molto fluida quella che propone Elvira, attraverso una scrittura delicata e che emoziona, che ti fa brillare gli occhi, respirare l'amore incondizionato che lega una madre alla propria figlia, nonostante tutto e tutti.
Un piano strutturale bilanciato, suddiviso in tre parti, che non risultano slegate, anzi sempre tenute salde da quel sottile filo rosso del destino, quello che volendo o no crea i legami famigliari e li tiene sotto la propria ala protettrice.
Personaggio del cuore, per ovvie ragioni, Nonna Lulù, una donna forte, segnata dalla vita, alla quale non si è mai piegata, ma per cui ha sempre reagito e lottato, mostrando il suo miglior sorriso in ogni occasione.
Un libro che avrei letto per altre pagine senza mai stancarmene; un consiglio di lettura a chi ama le storie di vita e di famiglie, dove ci sono segreti e bugie, ma anche abbracci e amore puro e semplice, incondizionato, limpido, naturale, in una parola materno.
VALUTAZIONE: ★★★★★


Commenti

Post popolari in questo blog

La bisbetica domata - recensione

Buongiorno lettori❤ Nuova recensione per uno dei tanti gruppi di lettura che mi terrà compagnia nei mesi a venire. Questa volta ci spostiamo nella sfera dei classici teatrali con William Shakespeare e la sua commedia " La bisbetica domata " nell'edizione Feltrinelli Editore per la collana Universale Economica Feltrinelli . Vediamo le mie impressioni al suo termine, raccolte nell'articolo di seguito. Buone letture❤ TITOLO: LA BISBETICA DOMATA AUTORE: WILLIAM SHAKESPEARE DATA DI PUBBLICAZIONE: 21 MARZO 2019 (EDIZIONE IN FOTO) CASA EDITRICE: FELTRINELLI EDITORE COLLANA: UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI GENERE: COMMEDIA TEATRALE PAGINE: 305 PREZZO: 8.55/EBOOK 2.99 Link Amazon TRAMA Petruccio è un avventuriero che parte da Verona e va a cercare fortuna a Padova. È un maschio giovane, forte e avvenente, assai dotato, e ha quella libertà di movimento che agli uomini è pienamente concessa nell'Italia immaginata da Shakespeare – così come nella sua Inghilterra. E qu

Per strada è la felicità - recensione

Buongiorno lettori❤ Oggi vi parlo di un'uscita recentissima, in libreria da ieri e per la quale ringrazio Ponte alle Grazie Editore per la copia che mi ha inviato. Si tratta di " Per strada è la felicità ", nuovo romanzo di Ritanna Armeni . Nell'articolo di seguito, al consueto, le mie impressioni al suo termine. Buone letture❤ TITOLO: PER STRADA E' LA FELICITA' AUTORE: RITANNA ARMENI DATA DI PUBBLICAZIONE: 06 MAGGIO 2021 CASA EDITRICE: PONTE ALLE GRAZIE GENERE: ROMANZO PAGINE: 245 PREZZO: 15.20/EBOOK 8.99 Link Amazon TRAMA Rosa è una brava ragazza di provincia che arriva a Roma a vent'anni con l'obiettivo di laurearsi e trovare un lavoro. Ma siamo alla vigilia del Sessantotto e il fermento della rivolta abita ovunque: nei viali dell'università, sugli striscioni delle piazze, ai cancelli delle fabbriche. Quando il movimento studentesco esplode tutto cambia, anche Rosa. In quei mesi incandescenti in cui si occupano le facoltà, si scatena la vio

Sempre con te - recensione

Buongiorno lettori❤ Oggi vi parlo dell'ultimo libro di Mattia Ollerongis edito Sperling & Kupfer , che ringrazio per l'invio della copia, " Sempre con te ". Dopo la scoperta di questo autore ho seguito e letto tutte le sue pubblicazioni, ma la storia di Kamilla mi ha colpita per un preciso motivo. Per scoprirlo vi invito a proseguire l'articolo di seguito dove, al consueto, troverete tutte le mie impressioni. Buone letture❤ TITOLO: SEMPRE CON TE AUTORE: MATTIA OLLERONGIS DATA DI PUBBLICAZIONE: 27 OTTOBRE 2020 CASA EDITRICE: SPERLING & KUPFER GENERE: ROMANZO PAGINE: 199 PREZZO: 9.40/EBOOK 5.99 Link Amazon TRAMA Non si sceglie di nascere con la paura: succede e basta. Il futuro spaventa, ma, se ci sono pericoli che si possono evitare, altri si devono affrontare. Riuscire a farlo dipende unicamente da noi. Kamilla ha solo sette anni quando una folla di bambini ancora sconosciuti, ma pronti a giudicarla, diventa l'insormontabile ostacolo da superare.