Passa ai contenuti principali

Hamburger e miracoli sulle rive di Shell Beach - recensione

Buongiorno lettori♥
Apriamo la settimana ritornando nelle atmosfere e nel mondo di Fannie Flagg parlandovi del libro oggetto di discussione del Fannie's Club, ovvero "Hamburger e miracoli sulle rive di Shell Beach", come sempre edito Rizzoli.
Vediamo insieme questa nuova avventura cosa mi ha lasciato.
Buone letture♥ 


TITOLO: HAMBURGER E MIRACOLI SULLE RIVE DI SHELL BEACH
AUTORE: FANNIE FLAGG
DATA DI PUBBLICAZIONE: 19 APRILE 2000
CASA EDITRICE: RIZZOLI
COLLANA: BEST BUR
GENERE: ROMANZO
PAGINE: 305
PREZZO: 5,19/EBOOK 5,99


TRAMA

Primavera 1952. Shell Beach è un posto come un altro, dove crescere. Certo, è la più sperduta cittadina del Mississippi, e forse trasferirsi laggiù per fare soldi facili con un chiosco sulla spiaggia non è stata un'idea brillante. Ma gli sballati progetti del padre di Daisy Fay Harper non lo sono quasi mai. Daisy Fay, invece, ha progetti più solidi per il futuro: diventare Miss America. E in attesa che il sogno si realizzi scrive sul suo diario tutto quello che le accade. Come dover entrare nel club delle debuttanti di Mrs. Dot, assistere al divorzio dei genitori dopo il sospetto incendio del chiosco, aiutare il padre a vivere dei più strampalati espedienti - incluso far passare la figlia per morta e poi risuscitarla grazie alle miracolose doti di un ciarlatano - e non smettere mai di cercare ostinatamente la propria strada.

RECENSIONE - COMMENTO

La fine di questa bellissima avventura in compagnia delle storie e dei personaggi di Fannie Flagg si sta pericolosamente avvicinando, è vero che mancano ancora tre libri e uno che io ho in arretrato, però separarsi non sarà facile.
Ho aderito a questo gruppo di lettura, nato dall'idea della mia amica Teresa, spinta dalla forte voglia di scoprire zia Fannie, di gustare quei libri dalle copertine una più bella dell'altra e di arricchire il mio bagaglio culturale.
Ebbene, da diversi mesi, tutto questo sta succedendo e, pochi giorni fa, sono tornata da un viaggio, comoda dal mio divano di casa, da Shell Beach.
Siamo in una tranquilla e piccola cittadina del Mississippi, abitata principalmente da coltivatori di patate e pescatori, dove la famiglia di Daisy Fay Harper si trasferisce per far fortuna con un chiosco sulla spiaggia.
Due genitori strampalati, il padre con il vizietto dell'alcol e la madre che prende ogni pretesto di litigio per minacciare il marito di divorzio, sono coloro che cercano di crescere una figlia nella semplicità e modestia.
Dalle parole di Daisy si capisce anche come il padre sia un personaggio sbadato, ma che non farebbe del male nemmeno a una mosca e di come la madre pretenda sempre il meglio, in particolare per Daisy stessa.
Il romanzo è costruito come un diario, iniziando nel 1952 Daisy ci racconta le sue giornate, tra scuola, amicizie, il club delle debuttanti di Mrs. Dot, le sue avventure e il suo sogno. Leggendo e sfogliando le pagine sembra proprio che la protagonista, in un momento futuro, ripercorra insieme al lettore tutto ciò che ha appuntato sulle stesse. I primi due anni, 1952 e 1953, sono quelli maggiormente analizzati, quasi ogni mese è coperto da racconti e dettagli di vita. Con il salto temporale che ci porta al 1956 e arrivando all'ultimo anno preso in considerazione, ovvero il 1959, i racconti si fanno più diradati, meno giorni e meno mesi. Credo proprio che questa sia stata una scelta dell'autrice per non annoiare, evitando così continue ripetizioni di giorni simili.
Conosciamo Daisy Fay all'età di undici anni, una bambina molto simpatica, bizzarra, ma determinata. Insieme a lei troviamo molti altri suoi coetanei, che ricompaiono da giovani adulti per tutto il libro, oltre che gli amici di famiglia e i personaggi di contorno, che portano sempre e comunque qualcosa di personale al racconto.
Rispetto ai precedenti romanzi letti fino ad ora, qui ho trovato uno stile narrativo molto differente, basato principalmente sull'ironia e la comicità, sia dei personaggi che delle situazioni descritte. In contrasto anche con uno stile più "serioso" dovuto anche agli argomenti trattati ad esempio in "Pomodori verdi fritti al Caffè di Whistle Stop" o "Pane cose e cappuccino dal fornaio di Elmwood Springs". Ho notato comunque sia, qua e la, qualche accenno di argomenti spinosi: come maltrattamenti e violenza famigliare, rigide mentalità, razzismo e contrabbando, anche se in questo caso meno protagonisti.
Il messaggio che attraverso le parole di Daisy, la Flagg vuole trasmettere, è quello di perseguire i proprio sogni, decidere da noi il nostro futuro, non abbandonare la strada che sentiamo giusta e non lasciarsi abbattere dai numerosi ostacoli che, nel corso della vita, ci troveremo ad affrontare.
Mi è piaciuta la risposta data da Daisy stessa alla domanda "quale ruolo vorresti avere nel mondo dello spettacolo", che io non vi svelo perché non voglio rovinarvi il piacere della lettura, ma credo che chiunque direbbe ciò che riporta lei.
Concludendo, questo romaanzo che, si accoda ai precedenti nella mia personale lista di gradimento, è consigliato assolutamente sia per chi già conosce l'autrice sia per chi vuole approcciarsi alle sue storie. Ancora una volta troviamo luoghi e atmosfere, sì intrappolate in un tempo passato che non si può rivivere, ma in questo specifico caso anche sfavillanti e scintillanti, proprio come quel concorso che Daisy sogna di poter vincere.
VALUTAZIONE: ★★★★


Commenti

Post popolari in questo blog

Un matrimonio non premeditato - recensione

Buongiorno lettori❤ Ultime recensioni dell'anno in arrivo e oggi vi porto in casa Fazi Editore , che ringrazio ancora per la disponibilità e gentilezza nell'invio del nuovo romanzo, inedito in Italia, di Rebecca West : " Un matrimonio non premeditato ". Nell'articolo di seguito, al consueto, tutte le mie impressioni al suo termine. Buone letture❤ TITOLO: UN MATRIMONIO NON PREMEDITATO AUTRICE: REBECCA WEST DATA DI PUBBLICAZIONE: 28 OTTOBRE 2021 CASA EDITRICE: FAZI EDITORE GENERE: ROMANZO PAGINE: 396 PREZZO: 17.57/EBOOK 9.99 Link Amazon TRAMA La giovane e bellissima Isabelle è una ricca vedova americana che arriva a Parigi per riprendersi dalla perdita del primo marito. Dopo una serie di corteggiamenti incontra Marc, il quale, semplicemente, è l’uomo sbagliato nel momento giusto. Nulla, o quasi, accomuna i promessi sposi: sono un uomo e una donna che decidono di unire le proprie vite più sulla spinta di forze e coincidenze estranee alla loro volontà che per una

Quando leggere insieme fa bene: Il fenomeno dei Gruppi di Lettura

Buongiorno lettori♡ Oggi vi porto un articolo nuovo al quale sto lavorando da un po' e a cui tengo particolarmente. Chi mi segue da tempo sa bene come i Gruppi di Lettura siano diventati parte della mia quotidianità; grazie a loro mi sono approcciata a nuovi generi, ho riscoperto l'amore per i classici, conosciuto autori che sono diventati tra i miei preferiti e mi approcciata a storie che da sola non avrei mai iniziato.  Quest'anno da Instagram ne sono nati tantissimi, io stessa ne gestisco uno insieme a un altra ragazza, quindi ho deciso di indagare sul perché siano stati creati e quali benefici portino. Ho così intervistato gli ideatori di quelli che seguo, tra Facebook e Telegram, ponendo a ognuno di loro due domande. Nell'articolo di oggi troverete le loro risposte, dove trovarli e quali generi trattano, poiché sono convinta che la lettura, se condivisa, aumenti i suoi benefici. Buone letture♡ A Febbraio nasce #unromancealmese , ideato con Alessand

Cover Reveal: Vali ogni rischio

Buongiorno lettori♡ Nuovamente a metà settimana e in compagnia di un Cover Reveal tutto per voi.  Oggi scopriamo insieme cover e trama del nuovo romanzo di Giovanna Roma, "Vali ogni rischio", che uscirà il prossimo 24 Ottobre 2018, uno stand alone di genere war romance. Nell'articolo troverete anche il book trailer e tutti i contatti dell'autrice per non perdervi nulla dei suoi lavori. Spero di incuriosirvi in molti. Buone letture♡ TITOLO: VALI OGNI RISCHIO AUTORE: GIOVANNA ROMA DATA DI PUBBLICAZIONE: 24 OTTOBRE 2018 GENERE: WAR ROMANCE AUTOPUBBLICATO SINOSSI La notte in cui il Comandante dell’esercito è entrato in teatro, io ero su quel palco. La più giovane tra le ballerine classiche, la più testarda tra le ragazze che lui avesse mai incontrato. La famiglia per la quale versava sangue era la finanziatrice della Compagnia, la stessa che decideva il nostro futuro. Ho fatto di tutto per coronare il mio sogno, spingendomi persin